Parametrico o Esplicito? Synchronous Technology!

Synchronous Technology è il cuore di NX7.5 e ti permette di manipolare la geometria senza dover gestire il peso della storia con la sua lista di operazioni tipica dei modellatori parametrici. Grazie alla combinazioni di comandi di “modellazione diretta” con regole dinamiche e filtri, permette di applicare le modifiche direttamente alla geometria senza dover perdere tempo tornando indietro nella storia o modificare le features.

Le facce posso essere selezionate in modo semplice per essere mosse, tirate e ruotate direttamente, offendo una maggior libertà sul metodo di modellazione. Mentre questa funzionalità è tipica di tutte le tecnologie a “modellazione diretta”, Synchronous Technology ha dei benefici in più.
Esso può analizzare le geometrie nei dintorni della faccia selezionata alla ricerca di relazioni come per esempio, concentricità, tangenza e parallelismo. Queste “live rules” sono altamente configurabili affinché delle modifiche intelligenti possano essere fatte in maniera semplice senza addentrarsi in processi lenti e laboriosi. Gli utenti devono semplicemente prendere la geometria e fare modifiche una volta che il sistema ha identificato le relazioni.

Non ci sono ne rigenerazioni ne ricalcoli e lavora sia con geometrie native in NX sia con matematiche importate.

“Storia” Vs “Non storia”

Con un approccio tradizionale basato sulla storia, la features sono create e editate in modo lineare e il modello risultante è fortemente strutturato. Con un approccio “Synchronous Technology” gli strumenti di modellazione “freeform” sono usati per creare e editare un modello senza registrare una storia di costruzione. I vincoli possono essere aggiunti e le relazioni parametriche create, ma quasi tutto è fatto dinamicamente e….”on the fly”.

Riconoscendo che gli utenti gradiscono lavorare in modi diversi, la storia può anche essere attiva o no dall’interno di NX. Gli utenti possono scegliere di lavorare interamente con la storia, interamente con la Synchronous Technology oppure con una combinazione dei metodi. Tutti e tre gli approcci hanno i loro vantaggi e permettono differenti workflow e utilizzi.

Sostanzialmente , un approccio basato sulla storia è particolarmente indicato quando il modello necessita di parametrizzazione. Esso ha anche il beneficio di essere familiare per molti utenti cad 3D. Un approccio Synchronous Technology favorisce chi lavora con geometrie importate o coloro che vogliono massimizzare la modificabilità dei loro modelli. Un approccio ibrido, che usi sia la storia che comandi Syncronous Technology, offre vantaggi sui modelli la cui storia è molto complessa da navigare e dove c’è bisogno di una modifica su features localizzate all’inizio della storia. Esso offre la flessibilità del metodo ST , ma le features sono aggiunte alla fine della storia, così sono formalizzate e rintracciabili.

è facile prevedere che la maggior parte degli utenti userà una combinazione delle diverse strade percorribili in quanto NX offre la massima flessibilità egli utenti non sono vincolati dagli strumenti per completare il lavoro. Questa è una tecnologia estremamente potente e ben studiata!

Femap versione 10.2

Femap® versione 10.2 è l’ultima release del pre/post processore noto per la sua stretta integrazione con il solutore Nastran. Femap v10.2 continua una storia lunga più di 20 anni di produttività e di miglioramenti nelle funzionalità di modellazione FEA e post-elaborazione per ingegneri.

La versione 10.2 si concentra sulla preparazione della geometria e l’ottimizzazione della “meshatura”, migliori capacità e prestazioni di postprocessing , integrazione con il risolutore NX Nastran, una nuova funzionalità di ottimizzazione della topologia e altri aggiornamenti basati sulle segnalazioni dei clienti.


Benefici della nuova release:

  • migliora la produttività grazie al nuovo processo interattivo di meshatura più snello, la preparazione della geometria e gli strumenti di editing
  • tempi di risposta più rapidi nel “output processing” e gestione più comoda dei risultati ottenuti
  • ottimizzazione più rapida del design con riduzione del peso degli oggetti
  • più facile visualizzazione degli stress negli elementi “travi”

Soluzioni CAD, CAM, CAE e PLM